Vea

contatto

clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
                 
home page Versione italiana English version contattaci

CONTROLLO DI SUPERFICI CONICHE STAMPATE

seeger
Problema:

La necessità del produttore di questi componenti meccanici è quella di individuare quali presentano difetti superficiali in una zona ben precisa.

Questo tipo di analisi superficiale presenta alcuni problemi:

  1. Il pezzo è prodotto per stampaggio e la superficie è altamente irregolare.
  2. La successiva zincatura aggiunge ulteriori macchie ed imperfezioni.
  3. La zona da analizzare è conica e parzialmente oscurata da una corona circolare.
Soluzione:

Per risolvere questi problemi VEA ha ideato e realizzato algoritmi avanzati in logica fuzzy ed un illuminatore su misura.Tutte le tarature si possono effettuare anche a sistema in funzione consentendo di ottenere la precisione desiderata, un'interfaccia semplice ed immediata permette di sfruttare tutte le potenzialità degli algoritmi in modo intuitivo.

Il riconoscimento della presenza di punzonature e graffi non sarebbe un problema se la superficie fosse omogenea, in questo caso le macchie dovute al trattamanto galvanico, i punti luminosi, l' indice di riflessione variabile rendono indispensabile l'uso di algoritmi intelligenti del modulo per l'analisi superficiale FLAW ANALISYS.

Il sistema suddivide il cono in quattro settori, illumina ed analizza una zona alla volta ricercando le irregolarità lungo un vettore che copre tutta la superficie.

Precisione ed affidabilità:

Il cono analizzato è parte di un impianto frenante, anche il minimo difetto potrebbe comprometterne il funzionamento e ciò non è accettabile. Data la grande variabilità dei pezzi è indispensabile che il sistema sia insensibile a tali variazioni al fine di ottenere precisione ed affidabilità.

Insensibilità:

Il sistema deve essere in grado di distinguere con precisione tra difetto reale e difetto apparente garantendo un grado di insensibilità rispetto le variazioni superficiali del cono. In particolare le macchie dovute alla zincatura e i punti luminosi non devono influenzare il riconoscimento di punzonature e graffi.

Illuminatori su misura:

L' illuminazione della zona conica è complessa per almeno due motivi:

  1. L' indice di rifrazione della luce varia lungo la superficie.
  2. La corona esterna del pezzo oscura parzialmente la zona da analizzare.

La soluzione adottata è un illuminatore circolare che illumina il pezzo dall' alto un settore alla volta (quattro settori). I LED che costituiscono la circolina sono inclinati verso l'interno e l'accensione sequenziale è comandata dal PLC interno al sistema.

VEA s.r.l. - via Fratelli Rosselli, 43 - 20010 CANEGRATE (MI) - ITALY - e-mail: vea@vea.it - 2000-2012© All Rights Reserved - P.I. 13478090155