Vea

contatto

clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
clicca qui
                 
home page Versione italiana English version contattaci

VERIFICA OTTICA DI CARATTERI STAMPATI CON MARCHIATORE LASER

 

Problema:

Le marchiature a laser devono sempre essere leggibili e non ambigue, soprattutto quando rappresentano codici necessari per la corretta identificazione di oggetti.

Lo scopo di questa applicazione è quello di determinare la presenza e la qualità del codice stampato su alcuni prodotti.

seeger
Soluzione:

VEA ha realizzato una serie di applicazioni dedicate al controllo della leggibilità dei caratteri (HQV-TEXT) su prodotti per l'industria.

Una configurazione semplice ed intuitiva, l'affidabilità, l'insensibilità all'ambiente e la robustezza sono una caratteristica comune di questi sistemi.

Grazie al modulo HQV-TEXT è possibile verificare la presenza di tutti i caratteri del codice e la leggibilità delle scritte. Inoltre il sistema si adatta alle lievi variazioni tra stampe senza rischiare di confondere scritte anche molto simili tra loro. Per raggiungere questi risultati è stato necessario realizzare una illuminazione su misura.

ESEMPI DI RICONOSCIMENTO

L'immagine nella colonna a destra evidenzia l'oggetto in una fase di elaborazione. La scritta viene agganciata in due fasi: prima viene agganciato l'oggetto individuandone una parte (nel nostro caso il fondo), successivamente vengono ricercati i singoli caratteri in un intorno di circa 2 mm (programmabile). Una volta localizzati con precisione i vari caratteri (precisione ± 0,1 pixel), questi vengono analizzati dal sistema OCV che da un voto di leggibilità.

La foto a destra è il campione in un'altra posizione e con una piccola rotazione sui due assi.

La foto a destra mostra un altro oggetto con una marchiatura differente, ma accettabile. La marchiatura si presenta ruotata rispetto al pezzo preso come campione, ma questo non influisce nel riconoscimento.
Nella foto che segue è stato simulato un difetto sul campione. L'errore viene evidenziato in rosso.

Il sistema è insensibile alle variabili ambientali (luce, calore, vibrazioni), ed a piccole diversità degli oggetti, per esempio la variazione del colore di fondo del prodotto che non compromette il corretto funzionamento del sistema.

Illuminatori su misura:

Nei casi in cui non è possibile utilizzare normali lampade come illuminatori, VEA studia e realizza soluzioni su misura altamente affidabili anche in ambienti industriali. Per questa applicazione è stato realizzato un illuminatore elettroluminescente rettangolare piegato a semicerchio per ottenere un'illuminazione diffusa su un oggetto di forma circolare.

 

Per avere maggiori informazioni sul sistema di riconoscimento caratteri visita la pagina dedicata al software di visione HQV-TEXT

VEA s.r.l. - via Fratelli Rosselli, 43 - 20010 CANEGRATE (MI) - ITALY - e-mail: vea@vea.it - 2000-2015© All Rights Reserved - P.I. 13478090155